LAVORO-Manager over 55: boom del lavoro a tempo determinato...

SICILIA-Piano Garanzia Giovani: Virdi (Cifa), restrizioni regionali potrebbero vanificare...

20 marzo 2015 Commenti disabilitati su VINITALY-Sace: € 1,6 mld di nuovo export di vino entro il 2018 News

VINITALY-Sace: € 1,6 mld di nuovo export di vino entro il 2018

Doppio appuntamento con Sace a Vinitaly. Il gruppo assicurativo-finanziario sarà presente al Salone internazionale di Veronafiere per offrire alle imprese della filiera del vino gli strumenti più adatti a rafforzarne le strategie di crescita, in Italia e nel mondo.

Il vino è una delle più importanti bandiere del Made in Italy – ha dichiarato il presidente di Sace, Giovanni Castellaneta in visita a Vinitaly –. Il nostro impegno al fianco delle aziende di tutta la filiera riflette il dinamismo dimostrato dalle diverse realtà di questo comparto: dai produttori di macchinari, che vantano una proiezione internazionale di più lunga data, alle aziende vinicole, che negli anni più recenti si stanno affacciando con successo sulla scena internazionale, al di fuori delle rotte comuni. Oggi siamo qui per far crescere sempre più, insieme, questo percorso di eccellenza”.

Con una quota di mercato globale del 19,3%, il vino è tra i comparti più rilevanti per l’export italiano di prodotti agroalimentari, insieme alla pasta (di cui l’Italia è leader mondiale, con una quota del 37,5%) e l’olio (25%). Tra tutti questi, il vino è quello che ha davanti a sé le migliori prospettive di crescita dell’export nei prossimi anni.

L’Ufficio Studi di SACE stima in ben 1,6 miliardi di euro il valore delle nuove esportazioni che il comparto potrebbe mettere a segno nei prossimi tre anni, se riuscisse a cogliere a pieno il potenziale di domanda estera espresso non solo dai suoi attuali mercati di riferimento (trainati da Regno Unito e Germania) ma anche da un insieme di nuove destinazioni (Paesi asiatici in primis)  che stanno sperimentando un’importante espansione socio-economica e un’evoluzione nello stile di consumi.

 

Mercati a maggior potenziale per l’export di vino
  Potenziale nuovo export (€ mln)
2014-2018
Regno Unito 743,3
Germania 236,7
Francia 167
Svizzera 146,8
Russia 137,4
Australia 40,6
Stati Uniti 35,5
Giappone 33,9
Hong Kong 31,3
Canada 18,2
Cina 11,3
Singapore 10,9
Totale nuovo export 1612,9
Fonte: elaborazioni SACE su dati UncomTrade

 

Operazioni del gruppo Sace per le aziende vinicole

Cresce il numero di aziende vinicole italiane che si affidano a Sace per crescere in Italia e all’estero, facendosi strada in Asia, oltre che nelle destinazioni più tradizionali. Storie di successo di imprese provenienti da tutta Italia che hanno scelto d’integrare nelle proprie strategie di sviluppo il ricorso a strumenti assicurativo-finanziari per migliorare, la gestione dei flussi di cassa, la liquidità e la capacità di crescere su mercati sempre nuovi.

 

Triveneto

Sace ha garantito un finanziamento da 10 milioni di euro per sostenere le attività promozionali all’estero di Gruppo Italiano Vini (area di Verona), tra i più grandi produttori italiani di vini pregiati. Bisol, azienda trevigiana attiva nella produzione e commercializzazione di prosecco, ha ottenuto con la garanzia di Sace un finanziamento di 1 milione di euro per i piani di crescita all’estero. Zonin, nota casa vinicola di Vicenza produttrice di vini e spumanti, ha ottenuto con la garanzia di SACE due linee di credito del valore complessivo di 1 milione di euro per crescere negli Stati Uniti e in Gran Bretagna. Anche Carpené Malvolti ha avuto Sace al proprio fianco per promuovere il marchio nei nuovi mercati, dall’Est Europa all’Asia.

 

Toscana

Sace ha garantito un finanziamento da 2,5 milioni di euro per l’internazionalizzazione di Barone di Ricasoli, la più antica azienda vitivinicola italiana che nel 1872 inventò la formula del Chianti. Le Crete, azienda vinicola senese ha assicurato con Sace oltre 80.000 di euro di forniture di vino rosso in Messico. Franceschi Leopoldo, azienda vinicola di Montalcino ha assicurato con SACE oltre 25 mila di euro vendite di vino commissionate da due società cinesi.

 

Piemonte

Paolo Scavino, azienda della regione del Barolo, ha assicurato con Sace 72 mila euro di forniture di vino commissionate da Hong Kong. Luciano Sandrone, specializzata nella produzione di Nebbiolo del Barolo e Roero, ha assicurato con Sace la fornitura di 780 bottiglie di rosso commissionate da un’impresa cinese. Marenco, azienda di Strevi (Alessandria) specializzata nella produzione e commercializzazione di vini pregiati, ha assicurato 6.300 euro di forniture di vino a Taiwan.

 

Lombardia

SACE ha garantito un finanziamento da 600 mila euro per le strategie di crescita all’estero della storica azienda vinicola cremonese Decordi. Lo stesso vale per la Casa Vinicola di Sondrio Pietro Nera, che ha ottenuto con la garanzia Sace un finanziamento di 400 mila euro per acquistare uve per produrre vini destinati all’export e per partecipare a Vinitaly.

 

Abruzzo

Sace ha garantito un finanziamento di 1,5 milioni di euro per i piani di crescita in Brasile, Canada e Sud Est Asiatico dell’azienda agricola Zaccagnini specializzata nella produzione di uva e vini di qualità.

 

Puglia

SACE ha garantito un finanziamento da 500 mila euro a favore di Cantine due Palme, cooperativa agricola di oltre 1.200 soci nella provincia di Brindisi, per l’acquisto di uve destinate alla produzione di vino pregiato per i mercati esteri e per la partecipazione a Vinitaly.

 

Contatti per le imprese

Vinitaly: stand C2 nella galleria tra i padiglioni 6 e 7

Enolitech: stand multimediale C3 nel padiglione F

Numero verde: 800.269.264
e-mail:
info@sace.it

Comments are closed.