GOVERNO-Cdm: esaminate leggi regionali in scadenza

SCIENZA-Tecnologia: Enea, arriva “Smart node” per una nuova interattività...

25 ottobre 2017 Commenti disabilitati su INNOVAZIONE-Aperte le candidature della prima edizione di uno speciale Lean Startup Program organizzato da Peekaboo per Unilever: due mesi di formazione, un Pitch Day e la possibilità di creare e lanciare la propria startup insieme alla multinazionale Dalla home page

INNOVAZIONE-Aperte le candidature della prima edizione di uno speciale Lean Startup Program organizzato da Peekaboo per Unilever: due mesi di formazione, un Pitch Day e la possibilità di creare e lanciare la propria startup insieme alla multinazionale

Una selezione di aspiranti startupper tra marketer, designer e developer da scegliere in base a profilo, idee e motivazione; sfide in settori strategici di business; la velocità caratteristica di un metodo nuovo di fare impresa e l’esperienza di una multinazionale che punta da anni su un modello di innovazione aperto: sono questi gli elementi principali della speciale edizione del Lean Startup Program – il corso di formazione leader in Italia per creare una startup e validare il modello di business sul mercato – che Peekaboo, pre-acceleratore di impresa di Roma, sta organizzando per Unilever Italia e che prenderà il via nella sede romana dell’azienda il prossimo 20 novembre.

 

Fino a quella data si cercano persone molto motivate, creative e con una forte attitudine imprenditoriale (info e candidature qui) che, una volta passata la selezione, in due mesi di lezione, dovranno confrontarsi con una serie di sfide proposte da Unilever su alcuni dei brand storici dell’azienda. La metodologia Lean Startup, grazie a una continua verifica del prodotto o servizio sul mercato di riferimento, permette di validare in tempi rapidi le soluzioni individuate con un evidente risparmio in termini di tempo e costi.

 

Obiettivo del programma sono nuovi target da raggiungere – i Millenials soprattutto – attraverso una strategia che unisca la messa a punto di nuovi canali di vendita allo studio delle nuove modalità di acquisto, da affiancare a quelle tradizionali. Giovani in movimento, sempre connessi, che cambiamo spesso idea e acquistano nei momenti più diversi della giornata: è a questo quasi imprendibile target che i futuri startupper dovranno pensare. E che, soprattutto, dovranno conquistare: nuovi linguaggi, l’uso dei dispositivi mobili, nuove forme di pubblicità sono solo alcuni degli elementi da considerare: “Questo progetto ha per protagonisti i giovani e le loro idee più innovative, che da sempre rappresentano il futuro della nostra azienda e l’investimento più sicuro su cui puntiamo” – afferma Angelo Trocchia,Presidente e Amministratore Delegato di Unilever Italia.

 

Al termine del percorso, si terrà un Pitch Day durante il quale i partecipanti potranno presentare iprogetti al top management di Unilever per poi passare a creare una startup in grado di scalare il mercato, proprio con la multinazionale come partner industriale: “Con Peekaboo stiamo portando avanti un percorso che è cominciato due anni fa dalla sfida di sviluppare e sperimentare nuovi modi di fare innovazione” – prosegue Angelo Trocchia – “Sono convinto che non serva andare nella Silicon Valley o a Bangalore per fare innovazione e, in Unilever, crediamo fortemente nell’apporto generato dall’incontro virtuoso tra innovazione e giovani talenti esterni all’azienda. Con Peekaboo abbiamo l’opportunità di uscire dagli uffici e raggiungere una reattività senza pari nello sviluppo delle soluzioni incrementando crescita, competitività e fiducia tra i consumatori.”

 

“Essere scelti da Unilever per il loro Lean Startup Program è, al tempo stesso, una grande opportunità e un grande riconoscimento: si tratta di un progetto strategico molto importante per la nostra community, che offre percorsi di alta formazione dal taglio molto pratico, permettendo ai futuri startupper di validare velocemente le loro idee e di imparare da ogni errore grazie a mentor e advisor di primo piano nella scena digital italiana: queste le parole di Paolo NapolitanoCEO di Peekaboo, che prosegue: “In soli due anni di vita, Peekaboo è cresciuta moltissimo, e una collaborazione come questa è un riconoscimento del nostro lavoro e del valore della nostra formazione. Siamo felici e orgogliosi di affrontare questa nuova sfida al fianco di una realtà come Unilever”.

 

 

Peekaboo nasce nel 2015 dall’idea di Paolo Napolitano – laureato in Ingegneria Gestionale presso l’Università di Roma TorVergata, CEO di Peekaboo, insegnante all’Università di Tor Vergata, Elis e Ordine degli Ingegneri e Member Board di Roma Startup – e Federico BelliCMO di Peekaboo, laureando in Intermediazione Finanziaria presso l’Università di Roma TorVergata e founder di Weasy Web.

Per info: www.peekaboo.vision
Unilever impiega circa 169.000 persone in tutto il mondo e ha registrato un fatturato di €52,7 miliardi nel 2016. Circa il 57% del fatturato dell’azienda deriva dai paesi in via di sviluppo e dai mercati emergenti.

Il portafoglio dell’azienda include oltre 400 brand presenti nelle case di tutto il mondo tra cui Dove, Sunsilk, Knorr, Algida, Magnum, Lipton, Mentadent, Svelto e Coccolino.

L’Unilever Sustainable Living Plan (USLP), piano per la crescita sostenibile dell’azienda, definisce tre macro-obiettivi:

  • Aiutare più di 1 miliardo di persone a migliorare le loro condizioni di salute e il loro benessere entro il 2020
  • Dimezzare l’impatto ambientale dei nostri prodotti entro il 2030
  • Migliorare le condizioni di vita di milioni di persone entro il 2020

 

Lo USLP funge da guida che porta alla creazione di valore, aumentando crescita e fiducia  e riducendo rischi e costi. I brand sostenibili dell’azienda, infatti, crescono del 50% più velocemente rispetto agli altri marchi e rappresentano circa il 60% della crescita registrata da Unilever nel 2016.

Nel 2017, Unilever si è classificata in prima posizione all’interno del Dow Jones Sustainability Index nella sua categoria di riferimento. Il FTSE4Good Index ha assegnato all’azienda il punteggio più alto nella categoria Ambiente. Inoltre, Unilever guida da sette anni il ranking Global Corporate Sustainability Leaders, risultato della ricerca che GlobeScan/SustainAbility conduce ogni anno. Infine, Unilever si è impegnata a divenire carbon positive entro il 2030.

Per ulteriori informazioni su Unilever e i suoi marchi potete visitare il sito www.unilever.it.

Per maggiori informazioni sull’Unilever Sustainable Living Plan: https://www.unilever.it/sustainable-living/

 

 

 

Unilever è una delle principali aziende che operano nei mercati Food, Refreshment, Home e Personal Care. Radicata in oltre 190 paesi in tutto il mondo raggiunge, attraverso i suoi prodotti, 2,5 miliardi di consumatori ogni giorno.

Unilever impiega circa 169.000 persone in tutto il mondo e ha registrato un fatturato di €52,7 miliardi nel 2016. Circa il 57% del fatturato dell’azienda deriva dai paesi in via di sviluppo e dai mercati emergenti.

Il portafoglio dell’azienda include oltre 400 brand presenti nelle case di tutto il mondo tra cui Dove, Sunsilk, Knorr, Algida, Magnum, Lipton, Mentadent, Svelto e Coccolino.

L’Unilever Sustainable Living Plan (USLP), piano per la crescita sostenibile dell’azienda, definisce tre macro-obiettivi:

  • Aiutare più di 1 miliardo di persone a migliorare le loro condizioni di salute e il loro benessere entro il 2020
  • Dimezzare l’impatto ambientale dei nostri prodotti entro il 2030
  • Migliorare le condizioni di vita di milioni di persone entro il 2020

 

Lo USLP funge da guida che porta alla creazione di valore, aumentando crescita e fiducia  e riducendo rischi e costi. I brand sostenibili dell’azienda, infatti, crescono del 50% più velocemente rispetto agli altri marchi e rappresentano circa il 60% della crescita registrata da Unilever nel 2016.

Nel 2017, Unilever si è classificata in prima posizione all’interno del Dow Jones Sustainability Index nella sua categoria di riferimento. Il FTSE4Good Index ha assegnato all’azienda il punteggio più alto nella categoria Ambiente. Inoltre, Unilever guida da sette anni il ranking Global Corporate Sustainability Leaders, risultato della ricerca che GlobeScan/SustainAbility conduce ogni anno. Infine, Unilever si è impegnata a divenire carbon positive entro il 2030.

Per ulteriori informazioni su Unilever e i suoi marchi potete visitare il sito www.unilever.it.

Per maggiori informazioni sull’Unilever Sustainable Living Plan: https://www.unilever.it/sustainable-living/

 

Comments are closed.