INTERNAZIONALIZZAZIONE-Iran: Coface, svolta in vista, ma con cautela

STARTUP-LexDo.it: contratti on line in 6 minuti a meno...

23 marzo 2016 Commenti disabilitati su IMPRESE-Emilia Romagna: Unioncamere, crescono le imprese straniere ma meno rapidamente Dalla home page

IMPRESE-Emilia Romagna: Unioncamere, crescono le imprese straniere ma meno rapidamente

Sono diventate 44.582 le imprese straniere, con un aumento 1.257 unità in un anno (+2,9 per cento). Gli effetti della crisi contengono le ditte individuali (+908 unità). La normativa favorevole continua a far volare le società di capitale (+12,4 per cento). Su i servizi (+1.210 imprese, +5,7 per cento), specie commercio (+476), alloggio-ristorazione (+252). Aumenta l’industria, perdita ridotta nelle costruzioni.

In Emilia-Romagna, la crescita della base imprenditoriale estera regionale accelera, ma continua a risultare più lenta rispetto a quella nazionale.

A fine 2015 le imprese attive straniere raggiungono quota 44.582 (il 10,9 per cento del totale) con un aumento in un anno di 1.257 unità, +2,9 per cento. Gli effetti della passata crisi economica riducono ancora dell’1,0 per cento l’insieme delle altre imprese regionali. In Italia l’aumento è ancora una volta più rapido (+4,5 per cento) e le imprese straniere si avvicinano a quota 498 mila, il 9,7 per cento del totale, a fronte di una diminuzione dello 0,5 per cento delle altre imprese, che risulta più contenuta di quella regionale.

Questi sono i dati del Registro delle imprese delle Camere di commercio (InfoCamere) elaborati da Unioncamere Emilia-Romagna.

Le imprese straniere diminuiscono solo in Valle d’Aosta. L’incremento è più rapido si ha in Campania (+12,9 per cento), e a distanza, in Calabria (+6,4 per cento).L’Emilia-Romagna è dodicesima per crescita. L’aumento delle imprese straniere è molto più rapido in Lombardia (+5,5 per cento), ma non di molto in Veneto (+3,1 per cento). In entrambe le regioni, le imprese non straniere resistono meglio di quelle emiliano-romagnole agli effetti della crisi.

La forma giuridica

La tendenza positiva è data innanzitutto dalle ditte individuali (+908 unità, +2,5 per cento), nonostante gli effetti della crisi passata ne limitino l’aumento. Esse costituiscono l’83,7 per cento delle imprese straniere e comprendono molte imprese marginali. Quindi un altro supporto è giunto dalla crescita molto più rapida delle società di capitale (+368 unità, +12,4 per cento), sostenuta dall’attrattività della normativa delle società a responsabilità limitata. Questa ha contribuito però alla lieve riduzione delle società di persone (-0,4 per cento). Si riducono anche le cooperative e i consorzi (-0,9 per cento).

Settori

La tendenza positiva origina sostanzialmente dal settore dei servizi (+1.210 imprese, +5,7 per cento), la cui crescita è determinata soprattutto dall’aumento delle imprese del commercio (+476 unità, +4,4 per cento), supportate dalla ripresa dei consumi, e di quelle dei servizi di alloggio e ristorazione (+252 unità, +6,7 per cento), per la quasi totalità dovuto alla ristorazione. Aumentano sempre anche le imprese dei servizi per la persona (+141 unità, 12,6 per cento). Le imprese straniere contengono la tendenza negativa nelle costruzioni (-0,3 per cento) e segnano una leggera crescita nell’industria (+1,6 per cento).

 

 

Imprese attive straniere in Emilia-Romagna. 31 dicembre 2015
Numero Tasso Variazione (2)
di imprese estero (1) Numero (3) Tasso (4)
Imprese straniere 44.582 10,9 1.257 2,9
Forma giuridica
   Società di capitale 3.345 4,0 368 12,4
   Società di persone 3.285 4,0 -13 -0,4
   Ditte individuali 37.296 15,8 908 2,5
   Altre forme societarie 656 6,9 -6 -0,9
Settore di attività
   Agricoltura, silvicoltura pesca 665 1,1 18 2,8
   Industria in senso stretto 4.723 10,2 75 1,6
   Costruzioni 16.864 24,7 -46 -0,3
   Servizi 22.330 9,5 1.210 5,7
(1) Tasso “estero”, percentuale delle imprese straniere sul totale delle attive per forma giuridica o per settore di attività economica. (2) Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. (3) Variazione assoluta. (4) Tasso di variazione percentuale tendenziale.Elaborazioni Unioncamere Emilia-Romagna su dati InfoCamere Movimprese.

Comments are closed.