EDILIZIA – MADE expo: l’antisismica al 1° posto!

GOVERNO – Decreto del fare: Wi-Fi e Telecomunicazioni in...

28 giugno 2013 Comments (0) News

BANCHE -Assemblea generale di “Insieme per Ubi”: una realtà in crescita

Siamo lieti di poter affermare, a soli otto mesi dalla costituzione della nostra Associazione, di aver bene operato nell’interesse di Ubi Banca. Siamo orgogliosi di aver contribuito significativamente, in sede di Assemblea, all’insediamento di una governance che, in virtu dell’eccellenza delle persone e delle competenze di cui sono portatrici, sapra certamente guidare il Gruppo sulla strada dello sviluppo. Cosi ha esordito il presidente Mario Bianchi nella relazione che ha presentato all’Assemblea dell’Associazione, riunita a Milano nel pomeriggio del 27 giugno, ribadendo il ruolo che “Insieme per Ubi” ha voluto ritagliarsi e che conferma per i mesi a venire.

“Il nostro trend associativo – ha proseguito il presidente – e assai soddisfacente, sia sotto il profilo quantitativo, sia dal punto di vista della qualita delle persone che hanno voluto riconoscersi in “Insieme per Ubi. Questo ci consentira di continuare a proporci come una fucina di idee e di proposte da sottoporre a coloro che hanno l’onere di guidare l’Istituto, affinche Ubi Banca prosegua in un percorso di crescita, nell’interesse delle imprese, delle famiglie e, piu in generale, del Paese”.

Dopo l’apprezzata Relazione del presidente, l’Assemblea ha provveduto alla nomina di Bruno Siracusano alla carica di vicepresidente e dei nuovi Consiglieri, nelle persone di Paola Bruno, Emilio Paladino e Lorenzo Strona. Pertanto il Consiglio Direttivo di Insieme per Ubi risulta cosi composto: presidente: Mario Bianchi; vicepresidente: Bruno Siracusano; consiglieri: Andrea Astolfi, Enzo Balboni, Paola Bruno, Maria Vittoria Brustia, Emilio Paladino, Elio Regattieri, Andrea Rittatore Vonviller, Lorenzo Strona. Revisore e Giulio Tedeschi.

Dopo la chiusura dei lavori assembleari e intervenuto il vicepresidente vicario di Ubi Banca prof. Avv. Mario Cera che ha proposto un’interessante disamina della situazione del Gruppo, sottolineando, con legittima soddisfazione che, nonostante la difficile congiuntura, l’Istituto presenta un andamento assai confortante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.